Dopo il successo di pubblico del debutto con i cileni Subhira, arriva con le americane Laura Cortese and the Dance Cards il secondo appuntamento con l’Alkantara Fest, la rassegna itinerante di folk e world music del Catanese, giunta alla sua XIII edizione, organizzata dall’Associazione Cul-turale Darshan e diretta a Mario Gulisano. Giovedì 3 agosto al l’Azienda Agricola Il Pigno di Pisano, frazione di Zafferana Etnea, suoneranno Laura Cortese and the Dance Cards (folk & roots). Il concerto mescola suoni audaci ed eleganti ai ritmi lirici della musica popolare. Il gruppo è formato dalla cantante e musicista Laura Cortese, californiana di San Francisco di nascita ma bostoniana di residenza, di chiara origine italiana (il padre è calabrese), dalla cantante e violoncellista Valerie Thompson e dalla cantante e violinista Jenna Moynihan. Le tre voci sono anch’esse strumenti dalla forza lirica, che a volte ci preparano ai suoni sobri e delicati dell’armonia e altre volte ai suoni fortemente incisivi del folk contemporaneo. Tre strumenti a corda al femminile riuniti dall’amore della musica tradizionale americana e dalla miriade di modi che può essere espresso in un ambiente folk da camera. Con i loro piedi solidamente fondati negli stili tradizionali del violino, raggiungono l’apice con le loro composizioni originali, arrangiamenti e interpretazioni di musica antica, bluegrass, country e celtica. Le Dance Cards hanno suonato negli Stati Uniti e in Europa, esibendosi in ogni scenario immaginabile dai mercati degli agricoltori ai festival musicali e nei concerti al chiuso nelle sale da concerto, ospitando laboratori di violino, ballo e canto in mezzo. Tutti i membri delle Dance Cards hanno frequentato una formazione rigorosa al Berklee College of Music di Boston e hanno portato non solo una riverenza alla tradizione ma una creatività innovativa alla musica che fanno. Laura Cortese and the Dance Cards è uno dei set più freschi della scena pop folk. Laura Cortese e le Dance Cards, trio di Cambridge, sobborgo di Boston, potrebbero far pensare ad un quartetto retrò swing, quando in realtà la loro musica spazia tra il folk da camera ed un country di impulso minimalista. Hanno un nuovo album in arrivo “California Is Calling” le cui complesse armonie e arrangiamenti immaginari sono il meglio che la scena folk del momento possa offrire.