Diritti non sempre noti, soprattutto ai diretti interessati. Sono quelli che tutelano i cittadini in relazione ai concorsi pubblici, in generale, e a quelli recentemente organizzati, in particolare, di cui poco si conosce e si parla. Fino a oggi. E’ arrivato in Sicilia il tour dei diritti, una serie di incontri organizzati dallo studio legale Leone – Fell & Associati di Palermo che ha come mission proprio quella di divulgare i diritti dei cittadini in particolare quelli di coloro che partecipano ai concorsi pubblici, spesso oggetto di ricorsi per anomalie e illegittimità. Il tour è partito da Palermo, mercoledì 26 aprile e a Catania, giovedì 27 aprile Una Palace hotel , per incontrare i cittadini, dando loro informazioni utili sulle campagne legali portate avanti nell’ultimo periodo e far conoscere i risultati delle ultime ricerche e investigazioni, a partire da quella contro gli esiti della ripetizione della prova scritta del concorso per il reclutamento di 559 allievi agenti della Polizia di Stato. I due legali siciliani, Francesco Leone e Simona Fell affronteranno anche l’ultimo concorso per l’ingresso in magistratura, i cui esiti sono stati pubblicati lo scorso 31 marzo e la discriminazione della quale sono vittime i giovani laureati in Medicina e Chirurgia per l’accesso al corso di medicina generale.
“Le criticità dei concorsi pubblici – ha spiegato l’avvocato Leone – sono spesso comprese nei bandi selettivi, ma spesso sono riscontrate irregolarità anche nelle prove selettive”.
Il Tour, che è partito da Napoli, è stato organizzato con l’ausilio della Rete dei Diritti, un network di professionisti partner dello studio legale palermitano che assicurano ai clienti della law firm, la presenza fisica in tutte le regioni d’Italia.
“Moltissimi bandi presentano delle anomalie, dunque i cittadini devono rivolgersi a un legale per verificare se ci sono delle illegittimità – ha sottolineato l’avvocato Simona Fell – Purtroppo però, come nella situazione degli allievi della polizia, nonostante il concorso sia stato annullato, è stato riproposto con le medesime modalità”.