Sono quattro i mercatini di Natale, caratterizzati dalla differenziazione degli articoli da vendere, che l’Amministrazione comunale di Caltagirone intende realizzare, affidandone l’organizzazione all’esterno. Altrettanti i luoghi individuati per ospitarli: la zona di piazza Innocenzo Marcinò – via Cavallitti, il piazzale dell’ex Pescheria, in via San Giovanni Bosco, la terrazza del parcheggio Santo Stefano e la piazza Falcone e Borsellino, con il previsto coinvolgimento non soltanto del centro storico, che indubitabilmente rappresenta la meta privilegiata di quanti giungono a Caltagirone, ma pure della zona nuova della città. Prevista la trasformazione di quanto gli organizzatori dovrebbero pagare quale Cosap (Canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche) in servizi e beni per l’allestimento natalizio del centro storico e della zona commerciale compresa fra la piazza Falcone e Borsellino, il viale Mario Milazzo e il viale Europa.

Indicate le linee da seguire, l’Amministrazione ha pertanto dato mandato al dirigente competente “di porre in essere tutti gli atti necessari per l’affidamento all’esterno dell’organizzazione dei quattro mercatini di Natale nel periodo che va dal 25 novembre 2017 all’8 gennaio 2018, e di prevedere che il corrispettivo dovuto quale Cosap sia invece fornito in termini di beni e servizi che contribuiscano a rendere gradevoli e meglio accessibili le aree di mercato e quelle limitrofe” (per esempio, nel centro storico le piazze Municipio, Umberto e Marcinò, il piazzale dell’ex Pescheria e la terrazza del parcheggio Santo Stefano).

“Con questa iniziativa – sottolinea il sindaco Gino Ioppolo – intendiamo accrescere il fascino e la capacità attrattiva della nostra città, offrendo un ulteriore motivo per visitarla, con ricadute positive sulla sua economia”