”La famiglia in fase patologica produce più morti della criminalità”. Un dato scioccante, ma tristemente vero, quello che fornisce l’avvocato Gian Ettore Gassani, fondatore e presidente dell’A.M.I. (Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani per la tutela delle Persone, dei Minorenni e della Famiglia) alla presentazione del suo secondo libro, Vi dichiaro divorziati – Come cambia il matrimonio in Italia  (Imprimatur Editore) ieri  alla Feltrinelli di Catania.

“Noi avvocati matrimonialisti non lavoriamo in dei semplici studi, ma in veri e propri pronto soccorso- continua l’avvocato- Viviamo le tragedie di gente che arriva da noi a pezzi, e siamo consapevoli di quanto male può portare la solitudine”. Anche per questo l’esigenza della stesura di questo saggio che, nei suoi 31 capitoli, raccoglie storie vere di divorzi, affidati direttamente all’avvocato, che tramite questa trascrizione oltre a compiere un atto personale catartico e liberatorio, ha tracciato una testimonianza pregnante della storia e del cambiamento giuridico e 1436292_vi_dichiaro_divorziati_gassanicomportamentale del matrimonio in Italia. Storie professionali, depurate dagli aspetti prettamente giuridici e normative, espresse, quindi,  non in avvocatese ma in maniera semplice, accattivante e spesso divertente, il saggio ci svela fatti assurdi realmente accaduti, anche quotidianamente nel nostro paese. Basti pensare che ogni due giorni in Italia una donna viene assassinata, la maggiorparte delle volte perchè il marito, semplicemente, non accetta di essere lasciato. “Abbiamo abrogato il delitto d’onore dalla legislazione ma non dalla testa degli italiani” afferma tristemente Gian Ettore Gassani. Le donne sono, tuttavia, anch’esse ricorrenti protagoniste di casi folli e crudeli: non si dimentichi l’alto tasso di infanticidio o di abbandono dei figli. L’avvocato porta inoltre la testimonianza del signor Ceccarelli, la cui suocera lo fece incarcerare, assoldando un camorrista che fece credere fosse uno spacciatore di cocaina. La causa? Il divorzio dalla figlia. Altro dato sorprendente, forse: il 20% dei divorzi nel nostro paese avviene tra gli over-65. Un bel giorno un novantenne giunse allo studio di Gassani, chiedendo il divorzo dalla moglie 87enne con la seguente motivazione: “Voglio rifarmi una vita”. Ottenuto il divorzio, dopo 4 anni, il giovane quasi centenario, morì dopo sei giorni. Tuttavia morì libero, così come desiderava dopo vent’anni di separazione in casa. “La solitudine di molti anziani porta poi a quelli che io definisco tra virgolette – spiega l’avvocato – i maxi matrimoni-truffa, tra  vecchietti benestanti e le loro badanti”. Specchio delle realtà continuamente sotto gli occhi di tutti, il saggio di Gian Ettore Gassani si annuncia istruttivo e illuminante e chiede maggiore sensibilità e attenzione soprattutto per i figli, contesi ancora come merce.

Gian Ettore Gassani

Gian Ettore Gassani si è laureato a Roma, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università La Sapienza. E’ cassazionista del Foro di Roma. Esperto in Diritto di Famiglia, Diritto penale della famiglia, Diritto di famiglia internazionale, Successioni, Diritto Penale ordinario e minorile, Adozioni Internazionali, Sottrazioni Internazionali dei Minori, Responsabilità medico-sanitarie, Trust.  Direttore Nazionale INarf (Istituto nazionale di ricerca statistica sulla famiglia e sui minori). Editore del giornale Lex Familiae, ha pubblicato il saggio  I Perplessi Sposi (Aliberti Editore). Ha partecipato a trasmissioni televisive per RAI 1, RAI 2, RAI 3, RAI Utile, RAI 3 Lazio, Canale 5, Rete 4, La7, Canale 21, Italia Mia.