Grandi Navi Veloci, grazie alla sinergia avviata con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar di Sicilia Occidentale e con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale, annuncia l’apertura di uno scalo merci bisettimanale che collega i porti di Trapani e Livorno.

“Dopo aver con soddisfazione potenziato i servizi a favore degli operatori della Sicilia Orientale grazie agli investimenti su Termini Imerese, con l’apertura di questa nuova Autostrada del Mare – ha dichiarato Matteo Catania, AD di Grandi Navi Veloci- intendiamo rispondere le specifiche esigenze delle aziende di trasporto e delle piattaforme logistiche del trapanese, particolarmente attive nell’ambito della filiera industriale toscana della carta e della filiera vitivinicola della Sicilia occidentale.”

GNV e l’Autorità di Sistema Portuale del Mar di Sicilia Occidentale hanno avviato un percorso volto a far crescere i traffici e a sfruttare la complementarietà degli scali del network: la Compagnia è presente in Sicilia dal 1993 e ha lavorato al rafforzamento della fitta rete di collegamenti tra Sicilia e dorsale tirrenica introducendo il nuovo collegamento Livorno-Trapani.

Il servizio che collegherà i porti di Livorno e Trapani integra gli attuali cinque collegamenti effettuati dalla Compagnia in Sicilia: GNV opera infatti i collegamenti giornalieri da e per Palermo con Genova e Napoli, la linea Civitavecchia — Palermo, con partenze da Civitavecchia il venerdì alle 19:00 e da Palermo la domenica alle ore 18:00, e il servizio Civitavecchia-Termini Imerese con partenza da Civitavecchia alle ore 9:00 dal lunedì al venerdì e domenica alle ore 21:00 e da Termini Imerese alle 02:00 dal martedì a domenica, ad eccezione della partenza del venerdì, anticipata alle ore 01:30.

Oltre alla linea Civitavecchia-Termini Imerese, dal 6 ottobre è stata inoltre lanciata la linea settimanale Napoli-Termini Imerese, con partenze da Termini Imerese verso Napoli il sabato alle ore 02.00 e da Napoli verso Termini Imerese il sabato alle ore 13:30.

‘‘Siamo felici – commenta Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale – del debutto della nuova linea perché, nonostante l’attuale mancanza di una qualificata offerta portuale dal punto di vista infrastrutturale, i nostri scali ci sono e vogliono dire la loro. Siamo consapevoli di avere iniziato un percorso non privo di ostacoli: la fase di crescita intrapresa sarà lunga e molto impegnativa’’.