Il vulcano Etna, la montagna più bella e irrequieta di tutta la Sicilia è dal 2013 Patrimonio mondiale dell’Umanità. Il comitato dell’Unesco si I crateri della vetta, i coni di cenere, le colate di lava, le grotte di lava e la depressione della valle del Bove fanno del vulcano Etna una destinazione privilegiata per la ricerca e per l’istruzioneriunì a Phnom Penh (Cambogia) per decidere l’iscrizione nella sua lista di 31 luoghi di interesse naturale o artificiale e dichiarò l’Etna patrimonio mondiale definendolo uno dei vulcani «più emblematici e attivi del mondo». Nella motivazione si legge che l’Etna, il più importante vulcano europeo la cui attività dura da almeno 2700 anni, ha una delle storie documentate più antiche del mondo, e ne viene riconosciuto anche l’inestimabile valore culturale. «I crateri della vetta, i coni di cenere, le colate di lava, le grotte di lava e la depressione della valle del Bove fanno del vulcano Etna una destinazione privilegiata per la ricerca e per l’istruzione», si legge nella nota ufficiale«esso continua ad influenzare la vulcanologia, le geofisica ed altre discipline della Terra».

Da queste motivazioni nasce il portale EtnaUnesco.org che sarà presentato domani, martedì 20 Giugno 2017, alle ore 10.30, presso la Confcommercio di Catania da chi ha collaborato, in questi mesi, alla sua realizzazione.