Al via la 7^ edizione di Un Mare di Bontà, l’evento che anche quest’anno è stato organizzato nella suggestiva frazione marinara di Santa Tecla e che è considerato appuntamento ormai tanto atteso. Ad organizzarlo è stato il Centro Surgelati srl di Acireale, con i titolari della famiglia Ferlito, con il signor Giuseppe e signora ed i figli Salvo ed Emanuela, e con tutto il suo staff, con partners divenuti anch’essi tradizione per la partecipazione costante: Blu Lab Academy, l’Associazione Provinciale Cuochi Etnei, Con.Pa.It. ed il sostegno del Comune di Acireale e della Parrocchia di Santa Tecla, alla quale, come da tradizione, va ogni anno il ricavato dell’evento a scopi di beneficenza per il progetto scuole in Guinea Bissau con l’Associazione Amici delle Missioni. Quest’anno sono stati raccolti duemila euro, consegnati direttamente con un assegno gigante nelle mani di Don Alfredo D’Anna, parroco di Santa Tecla, che ha ringraziato sul palco la famiglia Ferlito e tutti i protagonisti dell’evento.

Ancora una volta, così, è stata la via principale della frazione acese ad ospitare migliaia di partecipanti, così come oltre 2000 sono state le porzioni preparate nei vari stand gastronomici, coordinati dallo Chef del Centro Surgelati, Alfio Visalli, con l’event manager Valentina Duca di Blu Lab Academy. Ad aprire l’evento, presentato dal giornalista enogastronomico Antonio Iacona e dalla conduttrice televisiva Ketty Ranno, è stata la tradizionale foto di gruppo di tutti i cuochi, i pasticceri, lo staff ed il personale, anch’essi impegnati in prima linea senza scopo di lucro, con l’obiettivo di realizzare una serata all’insegna della solidarietà e del buon cibo. Tra gli ospiti speciali, e a sorpresa della serata, il presidente nazionale della Federazione Italiana Cuochi, Rocco Pozzulo, che salendo sul palco si è detto onorato di essere nuovamente in Sicilia, terra ricca di eventi e di tradizioni, dove i Cuochi Etnei rappresentano uno dei fiori all’occhiello della Federazione a livello nazionale.

Si è trattato di una edizione caratterizzata dal ritorno alla tradizione, un voler ripercorrere le emozioni della 1^ edizione, quando Un Mare di Bontà nacque spontaneamente nel territorio come momento di festa e di aggregazione. Ed infatti il punto di forza dell’appuntamento crediamo sia proprio questo: la spontaneità, di chi lo organizza e di chi vi partecipa, come hanno sottolineato i componenti della famiglia Ferlito, con in prima linea un emozionato ma anche felice e soddisfatto signor Giuseppe Ferlito.

Questi gli stand: la Maccheroneria, dove gli Chef Williams Cioffi, Carmelo Spoto, Seby Sommario e Nino Testa hanno preparato maccheroni con pesce spada, ricciola, pomodoro, melanzane, finocchietto, uvetta e cipolla. La Impepata di Cozze, stand guidato dallo stesso Alfio Visalli, coadiuvato dal cuoco

Rosario Damasco, dove la fila di persone che desiderava degustare i frutti di mare è proseguita fino a sera inoltrata ed è stato l’ultimo stand a chiudere i battenti a manifestazione conclusa. Poi, come sempre, tra i protagonisti prestigiosi dell’appuntamento, l’Associazione Provinciale Cuochi Etnei, guidata dal presidente, lo Chef Seby Sorbello, con lo stand Navighiamo tra le Isole, dove lo stesso presidente nazionale F.I.C., Rocco Pozzulo, ha lavorato assieme agli amici e colleghi, Seby Sorbello, Nico Scalora, Santino Tripoli, Meli Del Popolo, Giovanni Speciale, Elio Micalizzi, realizzando il piatto Fregola sarda con ricciola, limone, quenelle di pomodori e capperi, passatina di carota allo zenzero e polvere di sedano.

Qualche metro più in là, nella piazza di Santa Tecla, i Maestri Pasticceri di Con.Pa.It., guidati dal presidente Peppe Leotta hanno realizzato tre dessert, anche questi andati letteralmente esauriti: cannolo gelato, dessert a bicchiere ed una torta gigante a forma di Sicilia. Agli stand dei Cuochi e dei Maestri Pasticceri si è aggiunto, poi, lo stand “beverage”, curato da Orazio Contadino, mentre per gli ospiti più piccoli il divertimento è stato assicurato dalla presenza di CocoMambo Animazione. Sul palco, intanto, lo spettacolo prendeva sempre più piede, con la colonna sonora curata dal dj Maurizio Fazio, anch’egli della squadra di Centro Surgelati e Delice, e le esibizioni di danza delle scuole Space Fitness e Aquilia Dance. Ad arricchire la serata, anche l’esibizione musicale dei componenti dell’Etna Afro Festival, che hanno fatto vivere ai partecipanti emozioni direttamente dalla musica africana, mentre grande attenzione, come sempre, è stata rivolta al rispetto dell’ambiente e del borgo marinaro, con l’utilizzo di piatti, bicchieri e sacchetti ecosostenibili e riciclabili, grazie al sostegno di TuSiBio di Maurizio Rubbera.