Nasce nell’ambito della convenzione tra l’Università di Catania, il Comune di Troina (En) e l’Irccs Oasi Santissima Maria di Troina il nuovo corso di laurea triennale in Terapia occupazionale. Il corso partirà il prossimo anno accademico e prevede anche due borse di ricerca della durata di un anno. “Finalmente, dopo mesi di incontri e riunioni, si concretizza un grande sogno del fondatore dell’Oasi e un importante progetto per la nostra comunità e per l’Istituto – ha dichiarato il sindaco di Troina, Fabio Venezia – Ci sono tutte le condizioni per far diventare la nostra città una cittadella universitaria sul modello di Urbino, con importanti e positive ricadute sul territorio e sulle attività scientifiche dell’Oasi. Il corso di laurea in Terapia Occupazionale inoltre, unico da Chieti in giù, porterà la formazione universitaria di una figura molto richiesta sul mercato del lavoro che potrà avvalersi di una struttura importante e prestigiosa come l’Oasi di Troina. Un grazie sentito al Rettore dell’ateneo catanese Francesco Basile e al Direttore del Dipartimento di Scienze biomediche e biotecnologiche  Filippo Drago”.

La firma alla convenzione in occasione del Forum delle disabilità che è stato attivato dai tre enti coinvolti nel corso della riunione istitutiva che si è tenuta nei locali della Torre Biologica dell’Ateneo catanese. La convenzione è stata sottoscritta dal rettore Francesco Basile, dal sindaco di Troina Sebastiano Venezia e dal presidente dell’Irccs padre Silvio Rotondo alla presenza del direttore del dipartimento Biometec Filippo Drago, del dirigente del Comune Gabriele Caputo, dei rappresentanti dell’Irccs – il vicepresidente Gaetana Ruberto, il direttore scientifico Raffaele Ferri, il direttore amministrativo Arturo Caranna e il direttore sanitario Michelangelo Condorelli – e dei componenti del Comitato scientifico.

Padre Silvio Rotondo sottolinea “che la sottoscrizione della convenzione e l’avvio del Forum sono i primi passi verso la realizzazione di un grande sogno di padre Ferlauto. Un piccolo centro del mondo che si specializza in un segmento particolare, quella della disabilità, che viene studiata e conosciuta, ove vi possono anche confluire tutta una serie di attività culturali e artistiche. In questo contesto inoltre la sinergia con l’Università di Catania diventa importante”.

Il rettore aggiunge: “Il Forum delle disabilità rappresenta un’occasione per stringere una collaborazione ancor più stretta con l’Oasi di Troina importante sia per la formazione dei nostri studenti, sia per il territorio etneo e ennese, nell’ambito della terza missione dell’Ateneo, su una tematica complessa come quella della disabilità con l’obiettivo di far sì che anche i diversamente abili abbiano gli stessi diritti e libertà fondamentali così come previsti dalla Convenzione Onu del 2006 e dalla nostra Costituzione. Dobbiamo migliorare, grazie anche al Forum, i processi di integrazione nella società e far sì che l’Irccs rappresenti un punto di riferimento per Catania e Enna e anche per l’intero territorio regionale e non solo”.

 

Oasi di Troina

L’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Associazione Oasi Maria Santissima onlus è un ente a rilevanza nazionale che si prefigge Oasi di Troinaobiettivi di ricerca scientifica insieme a prestazioni di ricovero e cura di alta specialità «per lo studio multidisciplinare delle cause congenite ed acquisite del ritardo mentale e della involuzione cerebrale senile, individuazione dei mezzi di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione».