Non c’è posto in Sicilia che non vada la pena di essere visitato, l’elenco dei posti incantevoli in questa terra ricca di tradizione, arte, cultura, cibo e storia è molto lungo. Da nord a sud, da est a ovest, da Palermo a Taormina con la sua vista mozzafiato che mostra tutta la baia dei

Giardini Naxos e il teatro antico, dal parco dell’Etna alla Valle dei Templi, entrambi patrimonio dell’Unesco in cui è possibile anche grazie a delle visite guidate, intraprendere percorsi naturalistici per stare in totale contatto con la natura. E se di natura bisogna parlare, impossibile non

La riserva dello zingaro

citare la riserva dello Zingaro in cui è possibile intraprendere vari percorsi in base alle proprie esigenze, si può pernottare e visitare musei. Unica parola d’ordine: non sporcare e rispettare la natura. Menzione a parte per i luoghi di Montalbano da Noto a Ragusa Ibla fino a Modica bassa attraverso un itinerario per le vie del barocco siciliano. E poi c’è Siracusa, per anni in forte competizione col mito di Atene.

Non trascurabili le splendide isole che costeggiano la Sicilia, Le Egadi, Favignana e Marettimo spiagge bianche e mare cristallino, Le Pelagie con la meravigliosa isola di Lampedusa, l’isola dei conigli è considerata una delle spiagge più belle al mondo, Pantelleria, le Eolie e Ustica.  Il celebre

Particolare del castello di Donnafugata. Foto Brunella Bonaccorsi

Particolare del castello di Donnafugata. Foto Brunella Bonaccorsi

scrittore e drammaturgo tedesco Goethe passò molto tempo in Sicilia, arrivò a Palermo il 2 aprile 1787 e disse:

Monreale. Foto Bonaccorsi

Monreale (Pa). Foto Bonaccorsi

«L’Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si trova la chiave di tutto».

Proprio Palermo per anni ha ricoperto un ruolo fondamentale nell’area mediterranea, coniugando commercio e cultura e nel capoluogo siciliano da vedere c’è veramente tanto, dal mare di Mondello al folklore dei mercati storici di Ballarò e della Vucciria, dallo splendido teatro Massimo alla Cappella Palatina. Goethe diceva riferendosi al monte Pellegrino a Palermo: “È il posto più stupendo del mondo, il promontorio più bello del mondo”. Palermo e tutte le località siciliane sono facilmente raggiungibili via mare, imbarcandovi su uno dei tanti traghetti per la Sicilia come ad esempio la tratta Civitavecchia – Palermo. Che aspettate?