Il G8 di Genova scandito dalla struttura di una tragedia greca


CALTAGIRONE. “GiOtto, Studio per una tragedia”, di e con Giuseppe Provinzano, apre la rassegna di prosa “Panorami della contemporaneità”, che sarà inaugurata nei locali dell’ex Chiesa di Santo Stefano, recuperati dal Comune e destinati ad accogliere attività culturali e sociali. L’attività teatrale promossa dall’associazione culturale “Nave Argo” – con la direzione artistica di Fabio Navarra e Nicoleugenia Prezzavento, apre il programma con lo spettacolo sul palco il 9 dicembre, alle 21, della Compagnia Babel di Palermo, scandito sulla struttura di una tragedia greca.

I fatti del 2001 al G8 di Genova vengono rappresentati attraverso una autentica ricostruzione che rievoca – anche tramite l’utilizzo di registrazioni autentiche in un quadro di sonorità impressionanti –  le voci dei No Global, delle forze dell’ordine, dei “figli del popolo”.  

Articolo Precedente Nzuliddu: viaggio campestre attraverso il ritmo delle stagioni
Articolo Successivo A Palazzo Platamone in mostra gli artisti siciliani protagonisti della Biennale di Venezia

Scrivi un Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *