Le eccellenze siciliane al Premio Maugeri-Amenano


Costanza Caracciolo

Costanza CaraccioloPremio Maugeri-Amenano d’argento – xix edizione sabato 3 dicembre, ore 20 – teatro abc CATANIA. Da quasi vent’anni il Premio Maugeri-Amenano d’Argento è una tra le realtà più prestigiose del territorio siciliano, riconoscimento all’operosità, alla solerzia, alla creatività di una regione che si ribella all’immagine indolente e svogliata impostale da storia e media, pretendendo per sé il riscatto meritato. Per la sua diciannovesima edizione la kermesse, ideata dal cav. Salvatore Maugeri e da undici anni organizzata abilmente dalla figlia Patrizia, con il supporto del presidente onorario Daniele Lo Porto, esibisce un parterre esclusivo. Francesco Scimemi, artista poliedrico, illusionista e comico, Rosaria Russo, attrice talentuosa divisa tra cinema, tv e teatro, Costanza Caracciolo, da quattro anni velina del programma record d’ascolti “Striscia La Notizia”, la stilista Maria Francesca Paternò, l’imprenditore Alfredo Vaccalluzzo, la band I Brigantini, l’associazione senza scopo di lucro ANDAF, che assiste i malati oncologici in fase terminale, a domicilio e gratuitamente. Il premio “Barlesi – Amenano d’Argento”, istituito in memoria del compianto giornalista Tony Barlesi, da sempre vicino all’evento, andrà quest’anno a Salvo Sottile, giornalista di Mediaset e conduttore del programma sui grandi gialli irrisolti “Quarto Grado”.

 

Un premio speciale verrà poi conferito al cantautore Luca Madonia, ex Denovo e da anni ormai interessante voce solista nel panorama musicale italiano, che regalerà al pubblico alcuni brani del suo repertorio. La serata, condotta come ogni anno da Flaminia Belfiore, e affidata alla direzione artistica della Tolomeo Spettacoli, si fregerà inoltre della presenza di Gustavo Rosas e Gisela Natoli, coreografi e ballerini professionisti di tango argentino fra i più importanti nello scenario mondiale, una magica commistione dei contenuti tipici del tango tradizionale con gli elementi nuovi del tango contemporaneo.

 

Articolo Precedente La mafia uccide d'estate: autobiografia di un antimafioso berlusconiano
Articolo Successivo La Mennulara in prima nazionale allo Stabile etneo

Scrivi un Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *