Cifa: “Adottare la Zes per il Cara di Mineo “


formazione professionale cifa
Foto Brunella Bonaccorsi

“La zona di Mineo ha bisogno di un intervento immediato perché la chiusura del CARA, oltre ad aver generato un danno negli anni, ora crea anche la beffa della disoccupazione per oltre 150 lavoratori. Apprezziamo l’intervento della Prefettura che sta cercando di sbloccare alcuni stipendi arretrati, legati soprattutto alle aziende dell’appalto del Lotto 1, e alla adozione di tutte le iniziative necessarie allo scopo di giungere al pagamento dei corrispettivi per le spettanze dei dipendenti legati alle aziende del Lotto 3. Ma serve di più: serve programmare il presente e il futuro ed essi possono passare, come ha fatto notare il sindaco Mistretta, attraverso l’adozione della Zes anche per Mineo. Istituire una zona economica speciale, con agevolazioni per chi vi investe, può essere un’occasione di sviluppo e di riscatto per un territorio negli anni dimenticato. Così come utile sarebbe una zona franca fiscale. Insomma, gli strumenti ci sono, la disponibilità da parte della Super Camera di Commercio anche, a questo punto la risposta deve essere data dalla politica che non deve limitarsi a interventi spot ma a misure durature nel tempo”. Ad affermarlo è il segretario provinciale della CIFA Gaetano Benincasa. 

Articolo Precedente Masterchef 2019, vince la siciliana Valeria Raciti
Articolo Successivo Catania Tattoo Convention, pronti per la terza edizione

Scrivi un Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *