Kistology, 12 cocktail gourmet 100% siciliani


kistology
Foto Brunella Bonaccorsi

Le materie prime del territorio declinate in “versione cocktail gourmet”. Lo chef stellato Pietro D’agostino, con al fianco Mattia Cilia, tra i tre migliori bartender del mondo, salito sul podio due anni fa del contest mondiale Jameson Mixmaster Challenge, in Irlanda, e Morena Benenati, sommelier, promuovono Kistology, la drink list del ristorante Kistè di Taormina a km0. Tutte le preparazioni sono, infatti, realizzate in loco, distillati a parte.
Durante la presentazione dei nuovi drink firmati Cilia sono state abbinate delle pietanze, elaborate dallo chef e pensate dallo stesso bartender, dal crudo di mare ai sapori di arancia e limone e uno sformato al pomodoro, a un tramezzino di pesce azzurro e polpo con patate. Ancora, l’arancinetto al ragu, la fonduta di formaggio con melenzana, pomodoro, basilico e croste di pane e gli immancabili paccheri con frutti di mare all’olio al basilico. Le materie prime siciliane sono state selezionate dallo chef che ne firma l’etichetta con il marchio Io Pietro D’Agostino.

“Oggi portiamo la Sicilia in un bicchiere -commenta Morena, responsabile del locale, oltre che compagna di vita di D’Agostino- con un progetto in evoluzione in cui c’è tanta ricerca”. “Abbiamo raddoppiato la nostra scommessa” sottolinea D’Agostino.
Mattia Cilia aggiunge: “La nostra è una miscelazione moderna e sperimentale. Abbiamo iniziato nel 2009 a cambiare il mondo della miscelazione e combattiamo contro l’uso improprio di questa parola”.

La drink list Kistology

Ecco i 12 cocktail:
Terrazza Sull’Etna (Meringa, succo di limone, sciroppo di foglie di limone e gelsomino, Etneum London dry gin);
Profumo Di Vulcano (Aromatic bitter al cioccolato & peperoncino, Etna bitter, Bitter Pallini al miele di castagno, mezcal los siete misteros doba-jay);
Kiste’ Cordial Sour (Meringa, cordiale di limone e pompelmo, bourbon, vino orange zibibbo;
Nel Blu Dipinto Di Blu (Amaro Amara, liquore al finocchietto Gd’amore, soda ai fiori di pisello);
Mediterraneo (Farmily mediterraneo, cordiale mediterraneo, fever tree mediterranean tonic);
Femme Fatale (Acqua di pomodoro, sciroppo di frutta rossa in stagione, Earl Grey tea, liquore Femmes di Gd’amore, vodka);
Kiste’ Mule (Sciroppo di zenzero, succo di limone, sale, vodka farmily infusa all’eliscriso tostato, Murgo Brut);
Lavica (Menta in foglie, cordiale di arancia e cetriolo, tequila reposado, cedrata);
Isola (Bitter al pompelmo, liquore mediterraneo, bourbon whiskey, velluto di nocciola;
Triskele (Succo di mela acidificato, sciroppo di agave al caffe, rum bianco, mandarino verde polara);
Cola – Pesce (Brodo di coca cola alle erbe aromatiche, soda;
Il Carretto (Tea verde estratto a freddo, sciroppo glaciale, fluere).

Articolo Precedente A Palermo s'inaugura "Tagli", la mostra di Carmelo Bongiorno
Articolo Successivo Autoctonia, arte e paesaggio come spunto di riflessione

Scrivi un Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *