L’evoluzione della roulette: dalle origini fino alle versioni online


roulette

Se pensiamo ai giochi che possiamo trovare in un casinò, la roulette è sicuramente uno dei primi a venirci in mente. Unica nel suo genere, questo passatempo vanta una storia lunga diversi secoli e negli anni ha subito diverse trasformazioni.

La nascita della roulette

Sebbene la roulette sia ufficialmente nata in Francia, questo gioco è l’erede di diversi metodi di scommessa utilizzati fin dall’antichità. Pare infatti che tra i soldati greci e romani fosse comune un gioco in cui veniva fatta girare una freccia o un bastone su una ruota o uno scudo. Giochi di questo tipo, in cui la vittoria dipendeva dalla posizione in cui si fermava la ruota o in cui erano disponibili trentasei numeri su cui scommettere, si diffusero in tutta Europa durante il Medioevo e alcuni di questi, come il biribissi e il portique, vengono citati come diretti progenitori della roulette.

Secondo la leggenda, fu Blaise Pascal a ottimizzare il meccanismo che permette alla ruota della roulette di girare, il tutto durante un esperimento condotto nella metà del Seicento. Ciò che è certo è che la roulette iniziò a essere utilizzata in Francia nei primi anni del Settecento per poi diventare celebre a corte e nei casinò alla fine del secolo. La roulette francese originale era provvista di due caselle, lo 0 e il doppio 0, che permettevano al banco di vincere. Per dare maggior vantaggio ai giocatori il doppio 0 fu rimosso a inizio Ottocento, rendendo definitiva la versione che oggi è conosciuta come roulette francese.

L’evoluzione della roulette

Il successo della roulette fu pressoché istantaneo e il gioco si diffuse rapidamente anche fuori dalla Francia. Al suo arrivo negli Stati Uniti fu particolarmente amata nel West e a New Orleans, dove venne creata una versione alternativa del gioco in cui oltre allo 0 e al doppio 0 era presente un terzo simbolo a favore del banco: l’aquila. Questa modalità non ebbe però grande successo a causa dello svantaggio che dava ai giocatori, l’aquila venne presto rimossa e venne creata la versione della roulette conosciuta ancora oggi come roulette americana in cui, a differenza di quella francese, sono presenti ancora entrambe le caselle dello zero. La diffusione della roulette nel resto d’Europa diede vita a una terza versione, quella inglese, priva della regola francese dell’en prison e giocata, come quella americana, con un solo croupier invece dei tre tradizionali.

Se quelle francesi, inglesi e americane sono le varianti della roulette più conosciute, col passare del tempo i singoli casinò e i singoli Stati hanno sviluppato le loro versioni personalizzate, come nel caso nella roulette californiana o della variante giocata presso il Casinò de la Vallée in Valle d’Aosta. L’avvento di internet ha infine aperto nuovi orizzonti per gli amanti delle scommesse, che dal 1996 possono giocare alle tante versioni di questo gioco direttamente su internet sia in solitaria che in diretta con altri giocatori collegandosi ai tanti casinò live presenti in rete e senza doversi più recare in un casinò fisico, il cui numero negli anni sta lentamente diminuendo.

Articolo Precedente ANCAL Sicilia: Lorena Raspanti chiede chiarezza sul DL Rilancio
Articolo Successivo Apre a Catania un centro di smistamento Amazon

Scrivi un Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *