Continua il progetto per inserire disabili nel mondo del lavoro


disabili

Continua il progetto di inserimento lavorativo di soggetti disabili da parte dello studio Parentage: dopo le esperienze, positive, presso la Taverna dei Conti di alcuni ragazzi, di Juliette presso il salone di parrucchieri “Cinzia Budigna”, Giovanni presso la mensa aziendale “Sifi”, William presso la gelateria “Slurp” e Matteo presso l’hotel Sheraton come aiuto cuoco, adesso tocca a Enrico, 21 anni che dallo scorso 26 giugno lavora presso il Centro Analisi Catanese. Enrico lavora nel back office e le sue principali mansioni riguardano proprio i servizi di back office, rapporto telefonico con il pubblico, comunicazione orari di apertura, chiusura, attività di laboratorio e consegna referti, distruzione dati sensibili cartacei, sistemazione delle ricette e dei referti in apposite buste.

Il ragazzo ha una sua postazione con pc e telefono e, in base alle chiamate ricevute, inserisce i dati del paziente, controlla se i referti sono pronti o meno comunicandolo a quest’ultimo.

“Siamo molte contente di questa opportunità che l’ingegnere Torrisi – amministratore del centro – e la dottoressa Torrisi stanno dando a En-rico: la loro sensibilità e la loro attenzione a questa questione ci spingono ad andare sempre avanti scommettendo in un progetto nel quale crediamo moltissimo”, dicono le esponenti dello studio Parentage.

0Shares
Articolo Precedente Angelo Grasso: Il tango, Patrimonio Immateriale dell’Umanità
Articolo Successivo Officine emotive, un viaggio alla scoperta delle arti visive

Scrivi un Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *